Spread the love

Questo forse sarà l’articolo più importante di questo blog e forse un buon punto di partenza per cambiare la mia vita. Dopo diversi giorni di osservazione, ho provato anch’io a vivere una vita secondo la semplicità volontaria ed i benefici ottenuti sono stati super!

semplicità volontaria

Oggi è passato un anno esatto da quando ho adottato la mia bellissima Penny. Le voglio davvero molto bene, malgrado ciò non credo di averle dato le giuste attenzioni.

Così ho deciso di reprimere ogni mio senso di colpa ed ho deciso di farle un panino fatto in casa, il suo cibo preferito.

Nell’ultimo anno la mia vita è cambiata completamente, infatti ho iniziato la mia attività (che va a gonfie vele), purtroppo però ogni momento che non passo lavorando mi sento di non fare abbastanza.

Il problema è che fino ad oggi ho iniziato a lavorare alle 4 del mattino e finito a quest’ora (22:40), con una pausa di 5 minuti contati a pranzo e cena per ingurgitare in fretta e furia qualcosa da mangiare.

Eccomi durante i miei giorni felici 🙂

Neanche un presunto tumore alla testa è riuscito a farmi sentire meno in colpa per le attività che non erano “produrre” e questo pensandoci bene è assurdo.

Quello che vivo è la paura di non avere abbastanza soldi, cosa impossibile visto che lavoro giorno e notte e come dicevo il mio lavoro va alla grande.

Ma torniamo alla semplicità volontaria.

Che cos’è la semplicità volontaria?

La semplicità volontaria è uno stile di vita che consiste nel vivere con poco, costruendo quello di cui abbiamo bisogno partendo dalle materie prime. Questo stile di vita è famoso per essere stato usato in passato da guide importanti spirituali come San Francesco e San Benedetto.

Inoltre cardine di questa quotidianità è la meditazione e la cura del proprio benessere e della propria salute.

L’anno scorso ho iniziato ad auto-produrre cosmesi naturale per me stessa, portando le mie ricette sul mio canale youtube (attualmente siamo in più di 90mila amici).

Quest’anno invece ho provato per due giorni a vivere con poco, partendo dalle materie prime creandomi da mangiare ed eliminando il superfluo e mi sono sentita benissimo.

Il motivo è che per prima cosa non ero attaccata ad uno schermo digitale come al solito( TV, PC, tablet e qualsiasi altro aggeggio tecnologico) e in più sono riuscita a trovare attività divertenti e rilassanti, imparando ogni giorno qualcosa di nuovo.

Non avendo bisogno di denaro per vivere non posso sentirmi in colpa con me stessa, le entrate non potranno mai superare le uscite.

Ovviamente sarà un percorso lunghissimo, ma sono sicura che il tempo che avrò per me stessa e per fare ciò che non sono riuscita a fare quest’anno sarà il regalo più grande.

Leggi anche:

Come risparmiare nel 2019: il trucco che funziona

Loading...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here